UNA FACCIATA VENTILATA IN ZINCO-TITANIO

UNA FACCIATA VENTILATA IN ZINCO-TITANIO

Per il Centro commerciale Maximo a Roma
Maximo, centro commerciale nei pressi di Roma inaugurato nel 2020, si presenta come una vera e propria destinazione dello shopping e il tempo libero, capace di attrarre circa 3,5 milioni di utenti su una superficie di oltre 65.000 mq distribuiti su tre livelli.

IL TESSUTO URBANO E SOCIALE

Il concetto alla base del progetto era quello di creare un nuovo spazio rubano, un luogo di incontro, di svago, di comfort, di divertimento e di eventi, mostre, spettacoli e concerti. Per poter raggiungere questo obiettivo, i progettisti hanno deciso di progettare una piazza pubblica sulla quale si sarebbero affacciati, oltre al nuovo centro commerciale, anche la sede del Municipio e altri edifici a carattere commerciale/direzionale, affiancati dalla realizzazione di un grande parco pubblico. La rigenerazione urbana voluta attraverso l’attivazione del Piano di Recupero Laurentino ha avuto, per lo studio di progettazione, lo scopo di ridare alla zona Sud-Est di Roma una nuova centralità, sia in senso fisico-spaziale che di servizi e funzioni. Si sarebbe così data la possibilità alla popolazione di accedere ad attività complementari alla vita di un quartiere, che ad oggi viene definito dormitorio.

L´ARCHITETTURA

Maximo è un nuovo centro per lo shopping e il tempo libero progettato per adattarsi alle mutevoli esigenze del mondo odierno. Il progetto, fin dalla fase embrionale, si basava su alcuni concetti fondamentali come: luce naturale, finestre e ampi spazi interni. L’architettura si muove attorno al visitatore. L’uomo è messo al centro del progetto. La sua esperienza al centro commerciale viene ribaltata. Non si tratta più di uno spazio chiuso e privo di vitalitá, ma uno spazio a metà strada fra interno ed esterno, che crea un effetto di luci ed ombre che rivoluzionano la percezione che si ha verso i negozi e tutti gli spazi interni. Per quanto riguarda la facciata, essendo, Maximo, un centro commerciale visibile perfettamente dal raccordo anulare, la strategia era quella di creare un involucro che attirasse l’attenziona; che spingesse il possibile fruitore a visitare questo nuovo spazio. La forma a cui, il team di progettazione si è ispirato, è stata quella di una balena. Una forma organica quindi, dai toni grigi ed eleganti, enfatizzata dall’utilizzo di doghe in zinco titanio per ricoprire parte della facciata. 
L’utilizzo di una parete ventilata, non solo ha lo scopro di attivare la curiosità dei visitatori ma, al tempo stesso, protegge la struttura dalle condizioni atmosferiche e migliora il grado di isolamento dell’intero edificio.
I toni del grigio, inoltre, tipici dello zinco titanio Rheiznink, rendono questo involucro un forte elemento di design che si evolve nel tempo, vive e si modifica un po’ come succede alla città che è in continua evoluzione. 

CREDITS: Progetto urbanistico e architettonico: 3C+t Capolei Cavalli a.a.

Rivestimenti in Zinco Titanio e rete: 
  • Pichler projects 
  • Global Construction s.r.l.
  • Agv Metallica

Location: Via Laurentina, 865, 00143 Roma, Italy
x